Seguici su Facebook > Instagram > YouTube

MATERA

Matera Città per le donne, vuole insieme a Potenza Città per le Donne essere l'espressione tangibile dell'estro creativo,  del genio e delle tante capacità  femminili.
Tutte le promotrici sono mosse dalla consapevolezza che un’opera costante di sensibilizzazione, prevenzione e contrasto alla violenza di genere in ogni ambito sia necessaria per continuare a lavorare per una società senza soffitti di cristallo e senza gabbie di genere, in cui ogni donna possa vivere la grande avventura di essere sé stessa.
Intendiamo mettere a disposizione delle altre donne l’impegno e la fatica di emancipazione personale in un mondo ancora troppo caratterizzato da barriere e difficoltà, spesso insormontabili.
Chi viene con noi?

Leggi il ManifestoSottoscrivi il Manifesto



FONDATRICI

Simona Bonito

freccia

Esperta in comunicazione e processi formativi, animatrice culturale e social media manager per passione, multitasking per sopravvivenza. Ho l'oceano nella testa e una città di pietra nel cuore, rigorosamente lucana, dove mi sono laureata in scienze della comunicazione con una tesi in
psicologia cognitiva e dove ancora oggi, vivo e lavoro. Da oltre vent’anni sono la project manager di una società di formazione e mi occupo di europrogettazione e gestione dei fondi comunitari e sono docente a contratto di organizzazione aziendale. Da quando è stata fondata, curo le relazioni
esterne, la promozione, la comunicazione e la progettazione culturale di Letti di Sera di cui sono diventata la direttrice e di conseguenza svolgo le stesse attività anche per la Notte Bianca del Libro Festival.

Isabella D’Alessandro

freccia

Avvocata per professione ... cultrice dell’anima e della conoscenza  per amore.
Viaggiare, leggere, confrontarsi con  tutto ciò da cui si può trarre un insegnamento è il suo mantra. Ha scelto di tornare nella sua terra, dopo aver lavorato  all’estero. Vive a Matera dove pratica la professione di avvocato, con particolare attenzione al settore della disabilità e dei minori. Si occupa anche della parte eventi del bistrot di famiglia, che ha voluto rendere luogo di ritrovo delle anime  belle e appassionate della letteratura.

Lucia Maffei

freccia

Avvocata,  esperta in diritto delle relazioni familiari, delle persone e dei minori, Da oltre vent’anni svolge l’attività professionale con passione e dedizione. Per molti anni ha presieduto la Commissione pari opportunità presso l’Ordine degli Avvocati di Matera, cercando di promuovere
insieme ad altre appassionate colleghe, l'ottica di genere all'interno della categoria per l'eliminazione di ogni forma di ostacolo all'accesso ed alla carriera delle donne avvocate in un periodo in cui ancora per gran parte della clientela, l'avvocato si identificava con il genere
maschile.

Ivana Pipponzi

freccia

Avvocata esperta in diritto di famiglia, diritto antidiscriminatorio ed equal gender.
Attuale sono Consigliera regionale di parità della Basilicata.

Referente: Isabella D’Alessandro

COMITATO PROMOTORE

freccia

Alba Dell'Acqua

freccia

Studi di letteratura straniera, Presidente regionale Moica Basilicata e membro del direttivo nazionale Moica,  Presidente cooperativa di comunità Le mani di Penelope, membro nazionale di Aci donne e parità, membro della Presidenza nazionale Agci Culturalia.

Nadia Kibout

freccia

Nata a Saint-Etienne (Francia) da genitori algerini e residente in Basilicata, fin da giovanissima coltiva passione e talento per la recitazione. Ho lo stesso talento per portare avanti e veicolare messaggi di unione e raccontare il mondo femminile e valorizzare le diversità.

Nancy Lascaro

freccia

Laureata in Medicina e Chirurgia, Specialista in Reumatologia. Già membro dell'AIDM (Associazione Italiana Donne Medico) ha a cuore la diffusione della medicina di genere con un focus particolare sul tema della salute delle donne affette da malattie reumatiche. Coautrice di diversi lavori su riviste scientifiche internazionali nell'ambito della Reumatologia.

Maria Di Noia

freccia

Avvocata civilista attenta alle tematiche di genere. Fermamente convinta che tutti gli strumenti giuridici e la legge possano essere un grande supporto per contrastare la violenza e tutelare i diritti umani delle donne e delle categorie a rischio di marginalizzazione.

Maria Cristina Mencoboni

freccia

Pediatra libera professionista, dal momento in cui è andata in pensione. In precedenza ha svolto l’attività nel reparto di Pediatria e Neonatologia dell’Ospedale Madonna delle Grazie di Matera, dirigendolo negli ultimi anni. Si occupa da anni di malattie rare. È presidente della AIDM (Associazione Italiana Donne Medico) – Sezione di Mater che si pone l’obiettivo di diffondere la Cultura di Genere, di sviluppare l’attenzione al diritto alla salute della donna e di valorizzarne il lavoro nell’ambiente pubblico e privato. Le piace occuparmi di chi ha bisogno.